L’Email Marketing è vivo: bisogna solo saperlo curare!

l'email marketing è vivo

Qualcuno ha detto che l’email marketing è morto?

Sfatiamo questo mito, partendo dai dati.

L’Email Marketing in Italia

Nel Rapporto 2022 di benchmarking sull’Email Marketing in Italia, GetResponse ha analizzato 200 milioni di messaggi inviati nel corso del 2021 e ha rivelato che:

  • la percentuale media di apertura delle email è del 19,66%;
  • la percentuale media di clic delle email è del 2,02%;
  • la percentuale media di clic per aprire le email è del 9,94%;
  • la percentuale media di annullamento dell’iscrizione delle email è dello 0,11%;
  • la percentuale media di reclami per spam tramite email è dello 0,01%;
  • la frequenza media di rimbalzo delle email è del 2,76%.

 

Questi dati dimostrano che l’Italia è tra i primi posti della classifica globale per risultati medi nazionali riferiti all’email marketing.

L’importanza dell’Email Marketing

Possiamo quindi dire che l’email marketing è vivo e che, nonostante la continua diffusione di nuovi strumenti, la posta elettronica rimane uno dei canali più sfruttati dalle aziende e più apprezzati dagli utenti per instaurare un rapporto di comunicazione.

I motivi sono almeno tre:

  • L’email marketing è diretto: stabilisci un contatto intimo con la persona che, prestando il consenso, decide di leggere proprio le mail della tua azienda e magari sceglie anche di salvarle nei preferiti o inoltrarle agli amici.
  • L’email marketing è personale: differenzia il contenuto dei messaggi in base al tuo pubblico di riferimento, così da condividere solo le informazioni in linea con gli interessi di un certo destinatario, evitando spam.
  • L’email marketing è flessibile: adatta la tipologia dei messaggi ai tuoi obiettivi, che siano sviluppare la notorietà del brand, informare i clienti sui prodotti, pubblicizzare un’offerta agli iscritti, fidelizzare gli utenti con promozioni, ecc.

Lavorare con l’email marketing non significa solo dire che esisti, significa usare un potente strumento che, da un lato, favorisce lo sviluppo della tua azienda e, dall’altro lato, migliora l’esperienza dei tuoi lettori. Tutto questo con pochi soldi e senza algoritmi.

L’Email Marketing nel settore energetico

Utilizzare l’email marketing nel settore energetico permette di avere successo in un mercato nel quale le competenze tecniche ormai non bastano per vincere.

Grazie all’email marketing, infatti, un’operatore di energia può battere la concorrenza, oltre che raggiungere il suo pubblico in modo efficiente, rispondendo proattivamente alle esigenze di consumatori che sono diventati sempre più consapevoli. Cercano le offerte convenienti per minimizzare le spese e i consumi, senza rinunciare ai migliori servizi e con un’attenzione particolare all’ambiente. Sapendo che questi sono i bisogni dei suoi clienti e potenziali tali, l’operatore di energia può mandare delle mail mirate con contenuti specifici.

Pensiamo, per esempio, all’invio delle bollette, alla richiesta di un follow-up, alla stipula di un contratto, alle proposte di up-selling e cross-selling, alla divulgazione di notizie di settore, alla newsletter dell’azienda ecc.

Intraprendere una campagna di email marketing richiede però il rispetto di alcuni requisiti fondamentali per evitare di mandare messaggi sbagliati a contatti disinteressati, sprecando tempo e risorse.

Innanzitutto, sono necessari un’esperto che sappia come strutturare la mail, sia dal punto di vista funzionale che grafico, e un sistema di automazione che sappia quando mandarla in base all’azione dell’utente durante le fasi del customer journey.

Affidati al giusto partner: Boostergy, la prima agenzia di marketing specializzata nel settore energetico, sa quello di cui hai bisogno affinché l’email marketing faccia la differenza per il tuo business!

Condividi l'articolo

Articoli da scoprire

Newsletter

Condivideremo con te contenuti esclusivi sull'universo del digital marketing, per la crescita del tuo business!